Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore rene
Tumore Ovaie

Statine associate a un miglioramento della mortalità tra i pazienti con determinati sottotipi istologici di carcinoma al polmone


È stata misurata l'associazione tra esposizione alle statine ( farmaci ipocolesterolemizzanti ) e mortalità nei pazienti con cancro del polmone appartenenti a diverse categorie di sottotipo istologico.

Una coorte di 19.974 individui con cancro polmonare incidente tra il 2007 e il 2011 è stata identificata utilizzando il database SEER-Medicare.
L'esposizione alle statine sia pre-diagnosi sia post-diagnosi è stata analizzata per identificare una possibile associazione con la mortalità specifica per tumore in pazienti stratificati per sottotipo istologico.

L'esposizione complessiva alla statina al basale era associata a una diminuzione del rischio di mortalità per i pazienti con carcinoma a cellule squamose ( hazard ratio, HR=0.89 ) e i pazienti con adenocarcinoma ( HR=0.87 ), ma non tra quelli con tumore polmonare a piccole cellule.

L'esposizione post-diagnosi alle statine è stata associata a prolungata sopravvivenza nei pazienti con carcinoma a cellule squamose ( HR=0.68 ) e nei pazienti con adenocarcinoma ( HR=0.78 ) in modo dose-dipendente.

In conclusione, esistono prove coerenti che indicano che l'esposizione al basale o post-diagnostica a Simvastatina e Atorvastatina è associata a prolungata sopravvivenza in sottotipi di cancro al polmone non-a-piccole cellule.
Questi risultati giustificano ulteriori studi clinici randomizzati per valutare gli effetti specifici del sottotipo di alcune statine in coorti di pazienti con caratteristiche simili a quelle esaminate in questo studio. ( Xagena )

Ung MH et al, Lung Cancer 2018; 126: 89-96

Xagena_OncoPneumologia_2018



Indietro