Oncologia Morabito
OncoHub
Novartis
Janssen Oncology

Rapporto neutrofili-linfociti e rapporto piastrine-linfociti come marcatori prognostici per cancro polmonare non-a-piccole cellule trattato con Nivolumab


L'immunoterapia con l’anticorpo anti-PD-1 Nivolumab ( Opdivo ) ha cambiato il trattamento del tumore polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) metastatico.
Nivolumab ha mostra risultati migliori rispetto alla chemioterapia standard di seconda linea, ma mancano marcatori prognostici affidabili.

Gli elevati rapporti neutrofili-linfociti ( NLR ) e piastrine-linfociti ( PLR ) sono marcatori di infiammazione dell'ospite e sono associati a una sopravvivenza generale ( OS ) peggiore in diversi tipi di tumore, ma non sono stati analizzati in modo approfondito nell’era della immunoterapia.

Sono stati arruolati pazienti con tumore NSCLC metastatico trattato con Nivolumab.

NLR e PLR pre-trattamento sono stati calcolati dividendo i neutrofili e le piastrine per i linfociti misurati nel sangue periferico.

È stato studiato il ruolo prognostico di NLR e PLR sulla sopravvivenza globale e sulla sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) ed è stata studiata l'associazione tra NLR e PLR così come l'impatto combinato di NLR e di altri fattori prognostici noti.

Sono stati inclusi nell'analisi 52 pazienti.

L'elevato NLR è stata associato a uan peggiore sopravvivenza globale ( hazard ratio, HR per logNLR=3.64, P minore di 0.001 ) e a tassi di risposta inferiori ( odds ratio, OR per logNLR=0.17, P=0.013 )

Non c'è stata una associazione significativa con la sopravvivenza libera da progressione ( HR per logNLR=1.46, P=0.114 ).

L'AUC ( area sotto la curva ) per la previsione della sopravvivenza a 10 mesi utilizzando logNLR è stata pari a 0.738, AUC per la previsione della risposta a Nivolumab era 0.776.

Le relazioni con PLR erano simili.

NLR e PLR ​​non sono risultati correlati con altri fattori prognostici noti ( es. istologia, uso di tabacco, stato ECOG ) nella coorte.

L'inclusione di NLR in modelli multivariati con questi altri fattori ha migliorato significativamente la previsione della sopravvivenza globale.

In conclusione, elevati NLR e PLR pre-trattamento sono associati a una più breve sopravvivenza globale e sopravvivenza libera da progressione, con tassi di risposta più bassi nei pazienti con tumore al polmone non-a-piccole cellule metastatico trattati con Nivolumab indipendentemente da altri fattori prognostici. ( Xagena )

Diem S et al, Lung Cancer 2017; 111: 176-181

Xagena_OncoPneumologia_2017



Indietro