Novartis
OncoHub
Oncologia Morabito
Janssen Oncology

Malattia polmonare interstiziale indotta da Nivolumab nei pazienti con tumore polmonare non-a-piccole cellule recidivato o avanzato


La malattia polmonare interstiziale indotta da farmaci è spesso associata ad alta mortalità; tuttavia è difficile da prevedere e gestire.
Sono stati esaminati i risultati clinici e le caratteristiche di imaging di malattia polmonare interstiziale indotta da Nivolumab ( Opdivo ), riportati in due studi di fase II con pazienti con cancro del polmone non-a-piccole cellule recidivante o avanzato.

Sono stati esaminati i risultati clinici e le caratteristiche di imaging di tutti i casi di malattia polmonare interstiziale riportati in due studi di fase II di Nivolumab, un anticorpo anti-PD-1, in pazienti giapponesi con tumore del polmone non-a-piccole cellule recidivante o avanzato.

8 su 111 pazienti inclusi in questi due studi hanno manifestato malattia polmonare interstiziale ( 7.2%; 2 con carcinoma a cellule squamose, 6 con carcinoma a cellule non-squamose ), e una relazione causale con Nivolumab non è stata esclusa in nessuno di essi.

La malattia polmonare interstiziale di grado 3 o superiore è stata trovata in 4 pazienti ( 3.6% ) e la malattia polmonare interstiziale è stata considerata un evento avverso grave correlato al trattamento in 7 pazienti ( 6.3% ).

Tutti i pazienti che avevano malattia polmonare interstiziale erano di sesso maschile e avevano una storia di fumo, con un'età media di 65 anni.

In 7 degli 8 pazienti con malattia polmonare interstiziale gli eventi si stavano risolvendo rapidamente o si erano risolti spontaneamente o con la terapia steroidea; un paziente è morto di insufficienza respiratoria senza risoluzione della malattia polmonare interstiziale, dopo l’inizio del trattamento con Docetaxel in seguito alla sospensione di Nivolumab.

Le immagini della tomografia computerizzata toracica dei 7 pazienti con malattia polmonare interstiziale in via di risoluzione o risolta hanno mostrato un modello di organizzazione di polmonite o polmonite interstiziale non-specifica senza bronchiectasie da trazione, mentre il paziente che è morto aveva bronchiectasie da trazione.

In conclusione, sebbene i fattori di rischio per la malattia polmonare interstiziale indotta da Nivolumab non siano stati identificati, un attento monitoraggio comprendente esami strumentali è importante nel prevenire il peggioramento della malattia polmonare interstiziale nei pazienti trattati con Nivolumab. ( Xagena2017 )

Kato T et al, Lung Cancer 2017; 104: 111-118

Xagena_OncoPneumologia_2017



Indietro