Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoDermatologia
OncoHub

Efficacia di Afatinib o Osimertinib più terapia di associazione con Cetuximab per tumore al polmone non-a-piccole cellule con mutazioni di EGFR e inserzione nell’esone 20


Il tumore polmonare positivo alla mutazione del recettore del fattore di crescita dell'epidermide ( EGFR ) rappresenta un sottogruppo significativo di tumori polmonari non-a-piccole cellule ( NSCLC ).
Circa il 4-10% delle mutazioni di EGFR nel tumore NSCLC sono mutazioni di EGFR e inserzione nell’esone 20 associate alla resistenza al trattamento con inibitore della tirosin-chinasi di EGFR ( EGFR-TKI ).

I pazienti con tumore NSCLC portatori di queste mutazioni sono raramente trattati con gli inibitori della tirosin-chinasi di EGFR.

È stata valutata l'efficacia della terapia di associazione con Afatinib ( Giotrif ) o Osimertinib ( Tagrisso ) più Cetuximab ( Erbitux ) in modelli sperimentali di tumore NSCLC con mutazioni di EGFR e inserzione nell'esone 20.

Le mutazioni EGFR esaminate nello studio erano A763_Y764insFQEA, Y764_V765insHH, A767_V769dupASV e D770_N771insNPG.

Le cellule Ba/F3 che esprimono costitutivamente EGFR wild-type o mutato sono state utilizzate per determinare l'efficacia della terapia di associazione con Afatinib o Osimertinib più Cetuximab in vitro.

Per determinare l'efficacia della terapia di combinazione in vivo, topi femmine BALB/c-nu sono stati iniettati per via sottocutanea con 1 milione di cellule Ba/F3 che portavano EGFR A767_V769dupASV o Y764_V765insHH.

È stato osservato un effetto additivo lieve ma significativo ( P minore di 0.05 ) della terapia di associazione contro diverse mutazioni di inserzione nell'esone 20 di EGFR in vitro.

Per quanto riguarda EGFR A767_V769dupASV e EGFR Y764_V765insHH, il singolo trattamento con Cetuximab e Afatinib non ha indotto una significativa inibizione della formazione del tumore; tuttavia, il trattamento con combinazione di Afatinib più Cetuximab ha indotto una significativa inibizione della crescita tumorale ( P minore di 0.05 ) senza significativa perdita di peso corporeo o eruzione cutanea.

La terapia di combinazione ha indotto un effetto inibitorio più potente contro diverse mutazioni di inserzione nell'esone 20 di EGFR rispetto a ciascuna terapia da sola.
Cetuximab può potenzialmente aumentare l'efficacia di Afatinib o Osimertinib nel cancro polmonare non-a-piccole cellule con mutazioni di EGFR e inserzione nell'esone 20. ( Xagena )

Hasegawa H et al, Lung Cancer 2019; 127: 146-152

Xagena_OncoPneumologia_2019



Indietro