Natera Banner
Bayer Banner
Gilead Banner
Tumore prostata

Camrelizumab più Carboplatino e Pemetrexed come trattamento di prima linea per il carcinoma polmonare non-a-piccole cellule avanzato non-squamoso: follow-up prolungato dello studio CameL


Nello studio di fase 3 CameL, l'aggiunta di Camrelizumab ( AiRuiKa ) alla chemioterapia di prima linea ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) nei pazienti con tumore al polmone non-a-piccole cellule non-squamoso in stadio IIIB-IV.

Sono stati presentati gli esiti dopo un follow-up minimo di 43.9 mesi dalla randomizzazione dell'ultimo paziente.

I pazienti eleggibili sono stati randomizzati a 4-6 cicli di Camrelizumab più Carboplatino e Pemetrexed oppure chemioterapia da sola ogni 3 settimane, seguiti da Camrelizumab di mantenimento più Pemetrexed o solo Pemetrexed ( n=205 e 207, rispettivamente ). L’esposizione totale a Camrelizumab è stata fino a 2 anni.

A gennaio 2022, Camrelizumab più chemioterapia ha mostrato un miglioramento sostanziale della sopravvivenza globale ( OS ) rispetto alla sola chemioterapia ( mediana, 27.1 vs 19.8 mesi; hazard ratio, HR=0.72 ).

Nel gruppo trattato con la sola chemioterapia, 95 pazienti ( 45.9% ) sono passati alla monoterapia con Camrelizumab.

Dopo l’aggiustamento per il crossover, il beneficio in termini di sopravvivenza con Camrelizumab più chemioterapia è stato più pronunciato ( hazard ratio aggiustato, aHR=0.55 ).

Nel gruppo Camrelizumab più chemioterapia, 33 pazienti hanno completato 2 anni di trattamento con Camrelizumab.
Il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) è stato del 97.0%, con risposte in corso in 17 delle 32 risposte ( 53.1% ) e il 93.9% ( 31 su 33 ) dei pazienti era vivo al cut-off dei dati.

I profili di sicurezza erano coerenti con il rapporto precedente e non è stata trovata alcuna prova evidente di tossicità cumulativa con una lunga esposizione a Camrelizumab.

Camrelizumab più Carboplatino e Pemetrexed ha fornito un beneficio in termini di sopravvivenza a lungo termine rispetto alla chemioterapia, con una tossicità gestibile e una risposta notevole e duratura nei pazienti che ricevono 2 anni di Camrelizumab, supportando ulteriormente la combinazione di Camrelizumab come trattamento di prima linea per il tumore al polmone non-a-piccole cellule avanzato non-squamoso. ( Xagena )

Zhou C et al, J Thorac Oncol 2023; 18: 628-639

Xagena_OncoPneumologia_2023



Indietro
<-- OLD GA ANALITYCS $(function(){ //$('.notifier').addClass('open'); $('#js-reduce-link').on('click', function(e){ e.preventDefault(); $('.alert-banner').removeClass('alert-banner--large'); }); })