Controversies in Genitourinary Tumors 2018
Lung Unit
OncoHub
ForumOncologico

Alto rapporto T790M / mutazioni attivanti il dominio tirosin-chinasico di EGFR correlato con la risposta a Osimertinib nel tumore polmonare non-a-piccole cellule


Osimertinib ( Tagrisso ) è un inibitore della tirosin-chinasi del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) di terza generazione che può superare la resistenza dovuta alla mutazione Thr790Met ( T790M ).
Tuttavia, Osimertinib mostra occasionalmente una efficacia limitata in una piccola popolazione di pazienti

È stata studiata la correlazione tra il rapporto T790M / mutazione attivante il dominio tirosin-chinasico di EGFR e la risposta a Osimertinib.

Tra il 2016 e il 2017, 44 pazienti hanno iniziato la terapia con Osimertinib presso il Cancer Institute Hospital della Japanese Foundation for Cancer Research.

È stata effettuata l'analisi della mutazione EGFR di campioni citologici da 33 pazienti utilizzando la droplet digital PCR ( ddPCR ).
È stato calcolato il rapporto tra T790M e le mutazioni attivanti il dominio tirosin-chinasico di EGFR, ed è stato correlato con la risposta sistemica a Osimertinib.

Nei tumori di 33 pazienti, il rapporto medio tra T790M e mutazioni attivanti EGFR è stato di 0.420.
21 dei 33 pazienti presentavano tumori con un rapporto T790M maggiore o uguale a 0.4.
Il tasso di risposta a Osimertinib è risultato significativamente più alto ( 92.3% ) nei pazienti con un rapporto T790M naggiore o uguale a 0.4 rispetto a quelli con un rapporto T790M minore di 0.4 ( 52.6%; P=0.0237 ).

È stata esaminata la correlazione tra il rapporto T790M e il tasso di riduzione del tumore e ottenuto un coefficiente r=0.417 ( P=0.0175 ).

Nei pazienti con un rapporto T790M maggiore o uguale a 0.4, la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 355 giorni, più lunga, ma non significativa, rispetto a quella nei pazienti con un rapporto T790M minore di 0 ( mediana: 264 giorni ).

Nei pazienti con un rapporto T790M maggiore o uguale a 0.4, la durata mediana del trattamento dalla terapia di prima linea in poi è stata di 931 giorni, significativamente più lunga rispetto a quella nei pazienti con un rapporto T790M minore di 0 ( mediana, 567.5 giorni ) ( P=0.044 ).

In conclusione, il rapporto T790M / mutazione attivante il dominio tirosin-chinasico di EGFR nel tumore può essere correlato con la risposta a Osimertinib, e i pazienti con un rapporto T790M superiore hanno una storia di trattamento più lunga. ( Xagena )

Ariyasu R et al, Lung Cancer 2018; 117: 1-6

Xagena_OncoPneumologia_2018



Indietro