Paziente Anziano con neoplasia polmonare
Ats
SIOG

Sunitinib nel tumore timico avanzato


Sunitinib ( Sutent ) è un potente inibitore orale della tirosin-chinasi di VEGFR, KIT e PDGFR.
In uno studio di fase II a braccio singolo, Sunitinib ha dimostrato la sua potenziale attività nel carcinoma timico refrattario e nel timoma.
Utilizzando il database prospettico francese RYTHMIC, è stata studiata l'efficacia off-label di Sunitinib in tumori epiteliali del timo trattati in precedenza, non-inclusi in uno studio clinico.

Il database RYTHMIC è stato iniziato nel 2012, e raccoglie in modo prospettico i dati clinici, di imaging, di trattamento e di follow-up di tutti i pazienti con diagnosi di tumori epiteliali del timo, per i quali la gestione viene discussa in un board multidisciplinare sui tumori.
Tutti i pazienti che hanno ricevuto Sunitinib sono stati selezionati per questa analisi.

Sono stati identificati 28 pazienti provenienti da 7 Centri, tra cui 20 carcinoma del timo e 8 timoma; il 32% dei pazienti era di sesso femminile e l'età media era di 50 anni.
15 pazienti ( 54% ) hanno ricevuto Sunitinib come trattamento di quarta linea o più.

La dose giornaliera di Sunitinib è stata di 50 mg in 11 pazienti, 37.5 mg in 16 pazienti e 25 mg in 1 paziente.

Gli eventi avversi da Sunitinib sono stati tutti gestibili e tollerabili; 8 pazienti hanno dovuto interrompere Sunitinib a causa della tossicità dopo una durata mediana del trattamento di 2.7 mesi.

Nella popolazione generale, il tasso di controllo della malattia è stato del 63% ( 86% per timoma, e 55% per carcinoma timico ); il tasso di risposta complessiva è stato del 22% ( 29% per timoma, e 20% per carcinoma del timo ).

La sopravvivenza mediana libera da progressione in tutta la popolazione è stata di 3.7 mesi ( 5.4 mesi per timoma, e 3.3 mesi per carcinoma timico, P=0.097 ).

La sopravvivenza globale mediana in tutta la popolazione è stata di 15.4 mesi: la sopravvivenza non è stata raggiunta per i pazienti con timoma, ed è stata di 12.3 mesi per i pazienti con carcinoma timico ( P=0.043 ).

In conclusione, Sunitinib è un trattamento attivo in tumori epiteliali del timo, indipendentemente dal sottotipo istologico, sostenendo l'uso di inibitori della tirosin-chinasi con attività anti-angiogenica come opzione di trattamento alternativo nella malattia refrattaria. ( Xagena2016 )

Remon J et al, Lung Cancer 2016; 97: 99-104

Xagena_OncoPneumologia_2016



Indietro